Full text: Problems in eugenics

D. G. Gini.Sociology and Eugenics.255 
lunga inferiore anche a quella delle classi umane che vivono nelle 
condizioni igieniche ed economiche migliori. 
I dati seguenti(5), per quanto non recentissimi, fanno pensare che una. 
sopravvivenza del 93-94% ad un anno e dell’ 80-85% a 20 anni costituiscanor 
nella specie umana, un massimo difficilmente superabile: 
Tavola I.—Sopravvivenza dei nati nelle classi elevate della specie umana. 
Sui IOOO NATI SOPRAVVIYONO ALL’eTAX. 
EtàClassi elevate (Ansell 1874)Pari Inglesi 
(Bayley é Day) 
(1861)Famiglie regnanti di 
Europa 
1841-90 
(Sundbärg) 
X.Religiosi.Giuristi.Medici.Altre Famiglie. 
I92692091391693°936 
588687886286489900 
10867855837840882— 
15848839821825— 2578500w768768— D’altra parte, anche i dati per la popolazione generale, ehe si possono 
ricavare dai censimenti, confermano, pur nella loro grossolana approssi- 
mazione, che, col crescere dell’età, il numéro dei viventi diminuisce, nella 
specie equina, molto meno rapidamente che nella specie umana(6). 
2. La mancanza di dati statistici relativi alle altre specie animali superiori,. 
alio stato naturale, lascia luogo principalemente a due ipotesi : o la mortalità 
delle altre specie animali superiori alio stato naturale è, durante lo sviluppo, 
analoga a quella che dimostra la specie umana e la scarsa mortalità della 
specie equina è dovuta alle pratiche eugeniche che si seguono nella 
riproduzione e nell’allevamento del cavallo domestico : o la mortalità delle 
altre specie animali superiori alio stato naturale è durante !o sviluppo 
analoga, se non minore, di quella che mostra il cavallo domestico e l’alta 
mortalità durante lo sviluppo costituisce, fra le specie animali superiori, una 
triste prerogativa della specie umana. 
Nella prima ipotesi, Tutilità dell’Eugenica sarebbe dimostrata e 
PEugenista potrebbe già pensare a mettere in opera, per migliorare la 
specie umana, quelle pratiche che sono in uso tra gli allevatori dei cavalli ; 
nella seconda ipotesi, resterebbe anzitutto da decidere se la forte mortalità 
della specie umana durante lo sviluppo costituisca una sua caratteristica 
naturale specifica 0 non rappresenti piuttosto una conseguenza delle 
condizioni più 0 meno artificiali in cui, almeno nelle società incivilité, si 
compie la riproduzione e Pallevamento delPuomo.
	        

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.